Denuncia e collaudo strutture realizzate con materiali e sistemi normati

  • Servizio attivo

Denuncia e collaudo dei lavori di realizzazione di strutture realizzate con materiali e sistemi costruttivi disciplinati dalle norme tecniche in vigore.


A chi è rivolto

Questo procedimento è rivolto ai costruttori che realizzano strutture con materiali e sistemi costruttivi conformi alle norme tecniche vigenti.

Descrizione

Il processo di denuncia e collaudo dei lavori per la realizzazione di strutture costruttive, sviluppate in accordo con le vigenti norme tecniche, implica una serie di passaggi chiave per garantire la conformità e la sicurezza delle opere.

Per dare avvio a tale procedura, i costruttori devono inizialmente presentare una denuncia che dettagli le opere pianificate, comprese quelle realizzate con materiali e sistemi costruttivi che rientrano nei parametri stabiliti dalle normative vigenti. Questa denuncia rappresenta il primo passo in un processo che richiede attenzione e precisione.

In caso di necessità, è prevista la possibilità di integrare la denuncia iniziale, al fine di assicurare una comprensione completa e dettagliata dell'ambito dei lavori. Questo passo è cruciale per garantire che tutte le informazioni necessarie siano fornite in modo accurato e tempestivo.

Una volta che le strutture sono state ultimate, entra in gioco il processo di collaudo. In base alle disposizioni dell'articolo 67 e seguenti del D.P.R. n. 380/2001 e s.m.i., il direttore dei lavori ha la responsabilità di consegnare, entro un periodo massimo di 60 giorni, una relazione dettagliata all'ufficio protocollo, insieme a una copia semplice al collaudatore. Questa relazione include i documenti richiesti dall'articolo 65 del medesimo decreto.

Il collaudatore, a sua volta, dispone di altrettanto tempo, ossia 60 giorni, per redigere il certificato di collaudo statico delle opere realizzate con conglomerato cementizio armato normale e precompresso, nonché con struttura metallica. Questo certificato, essenziale per garantire la stabilità e la sicurezza delle strutture, viene consegnato in duplice copia all'ufficio protocollo, di cui una copia dovrà essere in possesso di marca da bollo.

L'intero processo è interconnesso con le procedure amministrative dell'ufficio edilizia privata. In caso di documentazione completa, l'ufficio procederà alla restituzione di una copia della documentazione, corredata da un attestato di avvenuto deposito, seguita dall'archiviazione della documentazione stessa. Tuttavia, nel caso in cui la documentazione risulti incompleta, l'ufficio richiederà l'integrazione entro 15 giorni dalla richiesta, procedendo poi come nel caso precedente.

Un processo analogo si applica alla denuncia di opere realizzate con conglomerato cementizio armato normale, precompresso ed a struttura metallica. In questa fase, il costruttore presenta la denuncia delle opere prima dell'avvio dei lavori, seguita dalla registrazione e dall'eventuale restituzione della documentazione completa o integrata da parte dell'ufficio tecnico.

In sintesi, il processo di denuncia e collaudo per le strutture costruttive richiede un impegno accurato e sequenziale per garantire che tutte le norme e le procedure vengano rispettate. Un'attenta collaborazione tra i costruttori e gli uffici competenti è essenziale per ottenere il certificato di collaudo statico e assicurare la qualità e la sicurezza delle opere realizzate.

Come fare

Per avviare il procedimento, il costruttore deve presentare una denuncia delle opere che intende realizzare con materiali e sistemi costruttivi disciplinati dalle norme tecniche in vigore.

Cosa serve

Serve una denuncia delle opere, conformità ai materiali e sistemi costruttivi disciplinati dalle norme tecniche in vigore, e la documentazione richiesta per dimostrare la conformità e la sicurezza strutturale.

I documenti necessari includono il certificato di collaudo statico delle opere in conglomerato cementizio armato normale e precompresso ed a struttura metallica, nonché una serie di documenti di denuncia e di verifica della conformità alle norme tecniche.

  • documenti di identità;
  • certificato di collaudo statico delle opere in conglomerato cementizio armato normale e precompresso ed a struttura metallica;

Cosa si ottiene

Una volta completata la procedura e ottenuti i certificati di collaudo statico e la relativa documentazione, il costruttore ottiene l'attestazione di avvenuto deposito da parte dell'ufficio edilizia privata.

Tempi e scadenze

Il direttore dei lavori deve consegnare una relazione con i documenti richiesti entro 60 giorni dalla realizzazione delle strutture. Il collaudatore ha anche 60 giorni per redigere e consegnare il certificato di collaudo statico delle opere.

Procedure Collegate all'Esito

Se la documentazione è completa, l'ufficio edilizia privata restituirà una copia della documentazione con attestazione di avvenuto deposito e procederà all'archiviazione. In caso di documentazione incompleta, verrà richiesta la documentazione integrativa entro 15 giorni, seguita dalla restituzione della documentazione con attestazione di deposito e l'archiviazione.

Accedi al servizio

Per avere maggiori informazioni sul servizio e/o richiedere supporto:

Per questo servizio non è possibile prenotare un appuntamento online.

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Contatti

Documenti

Dichiarazione assenza opere in Cemento Armato

dichiarazione assenza opere in conglomerato cementizio normale, precompresso o a struttura metallica (art. n. 65 e seguenti D.P.R. 380/2001 e s.m.i.)

Procedura Collaudo Cementi Armati

procedura di deposito certificato di collaudo statico delle opere di conglomerato cementizio armato normale e procompresso ed a struttura metallica ai sensi dell’art. 67 e seguenti del d.p.r. n. 380/2001 e s.m.i.

Procedura Denuncia Cementi Armati

procedura di denuncia opere di conglomerato cementizio armato normale e procompresso ed a struttura metallica ai sensi dell’art. 65 e seguenti del d.p.r. n. 380/2001 e s.m.i.

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri
Skip to content